Sei qui
Home > CRONACA > Vincenzo Pergolizzi: la Corte d’Appello di Reggio Calabria respinge la richiesta di sorveglianza speciale e la confisca di tutti i beni

Vincenzo Pergolizzi: la Corte d’Appello di Reggio Calabria respinge la richiesta di sorveglianza speciale e la confisca di tutti i beni

Reggio Calabria, 11 febbraio

La Corte d’Appello di Reggio Calabria, presieduta dal dottor Bruno Mascolo, ha respinto la richiesta di applicazione nei confronti di Vincenzo Pergolizzi della misura di rpevenzione della sorveglianza speciale, con obbligo di soggiorno, né l’adozione della misura patrimoniale della confisca di tutti i beni in esso indicati e ne dispone la restituzione agli aventi diritto. E’ così che con una sentenza del 31 gennaio la Corte d’Appello di Reggio Calabria ha di fatto completamente riformato il decreto di confisca per associazione mafiosa a carico di Vincenzo Pergolizzi, costruttore ed imprenditore di Milazzo ed a carico delle figlie Sonia e Stefania e di altri 4. Il decreto di confisca e di applicazione delle misure cautelari della sorveglianza speciale erano state comminate al pergolizzi il 23 ottobre del 2012, decreto parzialmente riformato il 14 maggio del 2015 dalla Corte di cassazione e rinviato alla Corte d’Appello di Messina, decreto di rinvio poi annullato, tolto dalle mani dei giudici di Messina e rinviato per la decisione alla Corte d’Appello di Reggio Calabria per il nuovo giudizio avvenuto nel mese di gennaio di quest’anno.

Lascia un commento

Top