Sei qui
Home > CRONACA > VIDEO – Tremestieri: la demolizione dell’ultima casetta, tra disperazione e legalità

VIDEO – Tremestieri: la demolizione dell’ultima casetta, tra disperazione e legalità

Messina, 11 SET – Immagini forti quelle che sono state postate ieri e oggi anche da noi sulle operazioni di demolizione dell’ultimo manufatto abusivo che sorgeva a Tremestieri sul litorale. Senza autorizzazioni e per di più in area di cantiere destinato alla costruzione del nuovo porto di Tremestieri, questa casetta era la residenza di due donne, madre e figlia che avevano già fatto resistenza circa 10 giorni fa quando il sindaco De Luca aveva fatto demolire altre due strutture adiacenti alla loro. Il Sindaco aveva concesso dieci giorni alle due donne per poter lasciare l’abitazione abusiva ma madre e figlia non hanno approfittato della “finestra” bonaria concessa dal sindaco di Messina e dunque ieri è dovuta intervenire la forza pubblica. Momenti di tensioni, durante i quali è volato di tutto, una pala, delle pietre, quando la donna con accanto, presumibilmente il figlio, ha opposto strenuamente resistenza nonostante la ruspa incombesse sui muri della casetta. La fermezza del sindaco De Luca e l’opera della Polizia Municipale al comando del commissario Giardina e coordinata dallo stesso sindaco De Luca ha permesso che la donna ed il figlio di lei potessero essere immobilizzati e portati fuori dalla struttura che poi è successivamente stata abbattuta. Denunciati gli occupanti abusivi per resistenza ed oltraggio a pubblico ufficiale. Sul posto anche il 118 che hanno assistito la donna.

Effettuata l’ultima demolizione si potrà adesso iniziare i lavori affidati già da due anni per la costruzione del nuovo porto di Tremestieri che avrà il compito di eliminare i TIR dalla città.

Lascia un commento

Top