Sei qui
Home > NEWS > RISANAMENTO: pronti a consegnare 6 alloggi ma sono occupati da abusivi. Domani sgombero.

RISANAMENTO: pronti a consegnare 6 alloggi ma sono occupati da abusivi. Domani sgombero.

Messina, 17 SET – Procede con fatica, ma prosegue l’opera preparatoria in attesa della dichiarazione dello stato d’emergenza della quale si apprenderà probabilmente domani. All’indomani dello sgombero d’urgenza delle sei famiglie dalle sei baracche a San Paolo, sotto l’ex ponte delle FS, il sindaco De Luca aveva prontamente destinato loro sei abitazioni che però sono risultate occupate da abusivi. Domani, ha annunciato il sindaco si provvederà allo sgombero. Ma non è solo questa la difficoltà oggettiva: graduatorie per gli aventi diritti di alloggi popolari ancora non approntate dal dirigente Signorelli ed allacci luce ancora non approntati. Così non si può andare avanti, ha detto il sidnaco De Luca, ed ha intimato la predisposizione di tutto quanto serve tra venerdì e lunedì prossimo venturo.

Intanto oggi assegnazione di alloggi: consegnata la seconda abitazione agli aventi diritto del progetto CAPACITY, per il quale tra l’altro, il sindaco ha dettato le direttive ai dirigenti interessati ed al rup dott. Bruno. In particolare la finalità della riunione avuta oggi da De Luca con assessore Previti e Calafiore e dirigenti e rup è stata quella di monitorare l’avanzamento fisico e procedurale delle azioni inerenti l’acquisto immobili e la realizzazione del condominio e delle casette sperimentali.

Il bando Periferie progetto Capacity prevede un finanziamento complessivo sulle azioni dedicate alle residenze di 20.400.000,00 euro, nel dettaglio si tratta di 61 alloggi per famiglie di Fondo Saccà, 71 alloggi per famiglie di Fondo Fucile, 26 alloggi sperimentali per le famiglie di fondo Saccà. Si tratta di due azioni: acquisto con partecipazione del 20% dell’assegnatario; locazione con fondi del finanziamento e locazione a canone sociale.
Gli aventi diritto in graduatoria sono 61 Fondo Saccà e 120 Fondo Fucile.
Ecco i dettagli:
1. Il 18 settembre delibera di giunta che assegna i seguenti termini;
A. Entro il 28 settembre le famiglie in graduatoria devono optare se vogliono l’immobile in proprietà con la loro compartecipazione del 20% oppure in locazione a canone sociale;
B. Entro il 28 settembre la banca deve chiudere istruttoria per le famiglie che vogliono fare l’acquisto dell’immobile;
C. Entro il 25 ottobre bisogna chiudere con la stipula di tutti i contratti di acquisito e di locazione.

La battaglia del sindaco DE LUCA per il risanamento della città continua.

Lascia un commento

Top