Sei qui
Home > CRONACA > Migranti: il comandante della nave “Diciotti”, “non c’è emergenza sanitaria, comportamento migranti splendido”

Migranti: il comandante della nave “Diciotti”, “non c’è emergenza sanitaria, comportamento migranti splendido”

ROMA, 24 AGO – “Le condizioni sono più che soddisfacenti, tant’è che ci è stata concessa la cosiddetta libera pratica sanitaria”. Il comandante della nave Diciotti, Massimo Kothmeir, in un’intervista a La Verità, spiega qual è la situazione. Precisa che “fortunatamente non c’erano bambini a bordo, come invece ho visto scritto”, perché i bambini sono stati evacuati nelle acque di Lampedusa e portati a terra. E che i controlli sanitari “sono stati positivi e soddisfacenti”. “I minori che abbiamo invece sbarcato mercoledì in tarda serata, 25 ragazzi e due ragazze, sono stati immediatamente presi in carico dall’organizzazione di assistenza a terra. Da un punto di vista della tutela sanitaria è vero che in tutti questi tipi di interventi si registrano casi di scabbia, ma a bordo i medici di Cisom somministrano specifici farmaci e pomate. La situazione è monitorata, quindi, e non desta al momento alcun tipo di preoccupazione”. Precisa che “dal momento in cui sono saliti a bordo abbiamo erogato un protocollo nutrizionale approvato che prevede la somministrazione di tre o quattro pasti al giorno. Alla fine siamo arrivati al punto, per motivi
organizzativi, che noi dell’equipaggio abbiamo omologato la nostra alimentazione con quella dei migranti”.

Alla domanda se i migranti abbiamo la sensazione di essere ‘sequestrati’, il comandante risponde che “abbiamo spiegato loro che la vicenda è legata anche a una situazione politica di tipo internazionale che avrebbe comportato anche una più lunga permanenza a bordo. A me hanno restituito la sensazione di totale comprensione. E fino ad oggi si sono comportati splendidamente”.

Quarto giorno in porto a Catania:

Tutto apparentemente tranquillo nel porto di Catania, dove da quattro giorni è ormeggiata la nave Diciotti con a bordo 150 dei 190 migranti soccorsi al largo di Lampedusa. Dal pattugliatore della Guardia costiera due giorni fa sono stati sbarcati 27 minorenni non accompagnati. A bordo ci sono ancora 130 eritrei, 10 migranti delle Isole Comore, sei bengalesi, due siriani, un egiziano ed un somalo.
Alcune di loro sono donne. Oggi alle 10 nel porto è in programma un presidio della Cgil Sicilia al quale parteciperanno delegazioni da tutta la Sicilia. Anche stamane sul molo di Levante è presente solamente personale della Guardia Costiera, Polizia di Stato, Guardia di finanza e carabinieri. Nessun volontario o appartenenti alla Protezione civile per l’assistenza allo sbarco. Sulla città è previsto un allerta meteo arancione.

Lascia un commento

Top