Sei qui
Home > CRONACA > Intimidazione a cronista siracusano: tanti attestati di solidarietà

Intimidazione a cronista siracusano: tanti attestati di solidarietà

SIRACUSA, 10 MAG – Sono tanti gli attestati di solidarietà al giornalista Gaetano Scariolo cui è stata incendiata l’auto a Siracusa. “Nessuna intimidazione potrà mai fermare il lavoro giornalistico”, ha detto il segretario Assostampa Siracusa Prospero Dente. “Questo episodio – aggiunge – dimostra che il giornalismo fatto di ricerca, approfondimento, rispetto delle fonti e, quindi, di professionalità, continua ad essere un fastidioso avversario per la criminalità e il malaffare in genere. L’Assostampa di Siracusa e i giornalisti siracusani tutti stanno con Gaetano Scariolo”. “Un gesto vigliacco che colpisce, evidentemente, un giornalista scomodo perché svolge con serietà e competenza il suo lavoro”, dice il sindaco, Francesco Italia. Anche le organizzazioni sindacali si schierano al fianco di Scariolo. I segretari di Cigl, Cisl e Uil, Roberto Alosi, Paolo Sanzaro e Stefano Munafò, dicono: “Siamo naturalmente fiduciosi nel lavoro della magistratura, affinché si risalga ai responsabili dell’attentato ma nel frattempo non possiamo che sostenere moralmente e quotidianamente il lavoro di cronisti che, con scrupolosità e verifica delle notizie, rappresentano tante problematiche e questioni legate al nostro territorio”. Solidarietà anche dall’Unci, da Stefano Zito e Paolo Ficara, rispettivamente deputato regionale e parlamentare nazionale del MoVimento 5 Stelle, da Confindustria Siracusa, dal presidente del Consiglio comunale siracusano, Moena Scala.

Lascia un commento

Top