Sei qui
Home > POLITICA > Bilanci: Accorinti chiede un confronto pubblico e De Luca lo fissa per fine settembre

Bilanci: Accorinti chiede un confronto pubblico e De Luca lo fissa per fine settembre

Messina, 12 SET – “Se De Luca ritiene che vi siano irregolarità o falsi vada in Procura!”. Così ieri l’ex sindaco Renato Accorinti in risposta alle critiche del sindaco De Luca sulla situazione dei bilanci e dei conti del Comune di Messina, sui quali De Luca si è riservato di relazionare presto con numeri e dattagli che secondo lui sarebbero ben diversi da quanto rappresentatao dall’amministrazioen precedente. Accorinti non ci sta a vedere messo in dubbio l’operato proprio e della sua ex giunta ed usa parole al vetriolo all’indirizzo di De Luca: “De Luca fa giochi di parole, giocando con la città. Dice che i bilanci del Comune non sarebbero veridici ma allo stesso tempo afferma che sono formalmente corretti. Questi sono giochi di parole!” scrive in una nota Accorinti.

Giochi di parole? De Luca invita Accorinti a tacere ed accetta l’invito al confronto pubblico richiesto da Accorinti:

“DOVREBBE ALMENO TACERE PER LA VERGOGNA MA il buon Accorinti continua ad entrare a gamba tesa nelle vicende amministrative di cui non si è mai occupato“, scrive De Luca in risposta ad Accorinti. “Quante volte Accorinti è’ andato in consiglio comunale nei cinque anni scorsi a dibattere sui bilanci ? MAI ! Dicono anche i muri di Palazzo Zanca che Accorinti avrà partecipato a meno di dieci sedute di consiglio comunale in cinque anni proprio perché ha sempre ignorato gli argomenti amministrativi.

A fine settembre farò un bel confronto pubblico con Renato Accorinti sulla relazione di inizio mandato che fotografa il disastro che lui ed i suoi sodali ci hanno lasciato in eredità.

Io faccio il Sindaco mentre Accorinti ha fatto il denunziatore ! Noi metteremo tutto nero su bianco e se qualche Palazzo riterrà degno di approfondimento quanto da noi esposto farà le acquisizioni del caso”.

Lascia un commento

Top